martedì 29 marzo 2011

Le panisse di Fausta

Ben tornati a tutti voi!
Grazie anzitutto per i vostri commenti ma soprattutto per gli auguri al mio papà che ha apprezzato tantissimo (non è un blogger, ma un accanito lettore, insieme alla mia mamma, of course... non si perdono un post!).
Spero che il vostro inizio di settimana stia andando bene, qui il sole si alterna alla pioggia, ma non ci si può lamentare, piano piano la natura sta riconquistando i suoi colori splendenti e osservarla riprendere vita è una gioia dei sensi.
La ricetta che vi racconto oggi è un omaggio alla mia amica Fausta, che con un fitto scambio di messaggi tra i nostri blog, mi ha sapientemente consigliata sulla preparazione delle sue fantastiche panisse.
Fausta, oggi il mio post è tutto dedicato a te, perché non solo i tuoi consigli sono stati preziosi (come sempre, del resto), ma perché sono troppo buone, che bella scoperta!!!!
Ecco qua come le ho preparate.

PANISSE DI FAUSTA CON POMODORINI CONFIT

Ingredienti:
Per le panisse:
250g. di farina di ceci
1 l. di acqua
un pizzico di sale
olio di semi d'arachidi per friggere

Per i pomodorini confit:
500 g. di pomodorini di Pachino
origano siciliano
un pizzico di sale
2 cucchiaini di zucchero

rucola
mozzarelline ciliegine
olio evo

Procedimento:
Amalgamate la farina di ceci setacciata con l'acqua, mescolando con una frusta finché non saranno sciolti tutti i grumi. Aggiungete il sale e fate riposare almeno un paio d'ore.
Eliminate la schiuma in superficie e fate cuocere in pentola a fuoco lento per 40-45 minuti, girando spesso (si attaccherà un po' sul fondo, ma, come per la polenta di mais, basta versare un po' d'acqua e dopo qualche ora i residui si sfalderanno facilmente), poi adagiate in una pirofila e fate freddare in modo che solidifichi bene (io l'ho preparata il giorno prima). Da ultimo tagliate a fettine e friggete.
Per la preparazione dei pomodorini confit, lavateli, tagliateli a metà, disponeteli sulla piastra da forno rivestita di carta da forno, cospargete di sale, origano e zucchero, poi fate cuocere a 150° per un'oretta circa.
Ora componete il piatto, aggiungendo alle panisse calde un po' di rucola, le mozzarelline e i pomodorini.


Davvero squisite, croccanti e tutto sommato leggere! Un consiglio: su una panissa ho spolverato un po' di bottarga di muggine (a Paolo non piace, ma io la adoro), che esalta alla perfezione il sapore dolciastro della panissa e quello acidulo dei pomodorini confit. Davvero un piatto che unisce nord e sud Italia... Un regalo prezioso, grazie Fausta!!!
Bon appétit!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...