domenica 26 giugno 2011

Tartelette mediterranee

Ciao a tutti cari lettori!
Rieccomi qua dopo una pausa di qualche giorno... Forse molti di voi potranno credere che sia stata in vacanza, che sia sparita alla scoperta di luoghi e sapori nuovi. Be', vi ringrazio del pensiero gentile, ma non è così. Ero semplicemente incasinata (per usare un francesismo) con il lavoro e con la casa, oltre a vari altri impegni inclassificabili ma che ingombrano le giornate senza lasciare spazio a fantasie culinarie o di altra natura. Ma finalmente è arrivato il weekend e sono tornata alle sane abitudini delle cenette con gli amici in giardino con tanto vino e confidenze molto complici. Ne avevo un gran bisogno! Oggi poi una bella nuotata al mare mi ha riconciliata con me stessa, adoro nuotare, lo faccio da una vita, e il poterlo fare in mare aperto, senza altro rumore che quello del proprio respiro e dello sciabordio dell'acqua, mi dà un senso di libertà impareggiabile - e credo fermamente che in una vita precedente io sia stata un pesce, o un anfibio, magari un bel ranocchio!
E ora dunque eccomi qui giunta su questa sponda della rete, ben rilassata per potervi raccontare una ricetta che ho preparato ieri sera per la cenetta a lume di candela con la mia amica Vale!

TARTELETTE CON FETA E BASILICO

Ingredienti:
pasta brisée
2 uova intere
200 ml di panna (io vegetale a base di olio evo)
120 g. di feta
2 cucchiai di ricotta di pecora fresca
basilico fresco
sale e pepe
un pizzico di noce moscata

Procedimento:
In una terrina sbattete le uova, aggiungete la ricotta, la panna, la feta sbriciolata, il sale, il pepe, la noce moscata, le foglie di basilico sminuzzate (a mano), e mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti.
Stendete la brisée e tagliatele con delle formine tonde. Adagiate in uno stampo per muffin sagomato da 12 e poi riempite con il composto.
Infornate a 200° per 15 minuti circa o comunque finché non avranno assunto una colorazione dorata. Servite tiepide o fredde.


Di queste tartelette mi è rimasta solo questa foto, e il ricordo di una serata bellissima che porterò sempre con me!
Quasi dimenticavo, per esaltare i profumi mediterranei di questo piatto, consiglio di sorseggiare un bel bicchiere (ma anche due) di Belfresco 2010 Tenuta Iuzzolini, un rosso frizzantino da degustare a 8°-10°. Va giù da sé!
Bon appétit!!!

P.S. Con questa riceta partecipo a:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...