giovedì 27 gennaio 2011

Sfogliata di mele per Prufrock

E' l'ora del tè, amici lettori.  E mentre il sole anche per oggi si congeda dietro le colline della mia città, ho qui il mio Earl grey fumante che sorseggio rileggendo una delle mie poesie (ma chiamare questa una poesia  è davvero riduttivo) preferite: The love song of J. Alfred Prufrock. Vi riporto qui di seguito un estratto molto adatto al momento, ma che è anche un po' il manifesto di questo mio periodo esistenziale.

[...] And indeed there will be time
For the yellow smoke that slides along the street,
Rubbing its back upon the window-panes;
There will be time, there will be time
To prepare a face to meet the faces that you meet;
There will be time to murder and create,
And time for all the works and days of hands
That lift and drop a question on your plate;
Time for you and time for me,
And time yet for a hundred indecisions
And for a hundred visions and revisions
Before the taking of a toast and tea. 

Anche voi come me vi sentite un po' Prufrock, un po' in quel mood in cui ti chiedi "Come potrei  osare disturbare l'universo?" L'unica risposta che ho trovato è cercare di andare avanti, tenendo sempre un profilo basso, e fare ciò che ci fa sentire bene. 
Allora, per sottrarci a questi quesiti cosmici, vorrei invitare tutti i prufrockiani a farsi un buon tè in compagnia della sfogliata di mele che vi vado a raccontare.

SFOGLIATA DI MELE CON CREMA ALL'ARANCIA

Ingredienti:
Per la crema all'arancia:
3 uova
3 cucchiai di farina
1 bicchierino di Grand Marnier
80 g. di zucchero
il succo di 4 arance non trattate

pasta sfoglia
3 mele (golden o renette, a vostro gusto)

Procedimento:
Preparate la crema all'arancia, sbattendo i tuorli con lo zucchero finché non otterrete una crema spumosa. Aggiungete alla crema la farina, il liquore, la polpa delle arance ridotta in piccoli pezzi, il succo delle arance e amalgamate bene. Montate gli albumi a neve ben ferma e uniteli alla crema mescolando con cura.
Stendete la sfoglia in una teglia con carta da forno, bucherellate con i rebbi della forchetta, versatevi sopra la crema e sistematevi le fettine di mela (non le ho sbollentate, le preferisco in purezza, mantengono meglio il loro sapore asprigno).
Infornate a 180° nel forno statico e fate cuocere per una quarantina di minuti. E' squisita anche servita calda.


Ogni vostro dubbio cosmico si dissiperà al primo boccone, ne sono certa... Bon appetit!!!

P.S. Ho usato la pasta sfoglia perché la crema mi è venuta piuttosto  dolce e dunque ho scelto un impasto neutro per non appesantire troppo i sapori. Niente vieta di usare una pasta frolla, a gusto vostro!

P.P.S. Con questo post partecipo al contest di Morena:




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...