domenica 4 dicembre 2011

Salsa di mele

Ben ritrovati a tutti!
Sono reduce da un bel weekend, ricco di tanti ingredienti, un concerto di pianoforte a quattro mani - eseguito da due amiche diplomate al famoso Conservatorio Boccherini - con musiche di Schubert, Debussy, Liszt, Poulenc, una bella cenetta tra amici con tanto buon cibo, una visita al Lucca Digital Photo Festival in cui ho potuto ammirare le bellissime foto del World Press Photo - una selezione delle migliori foto scattate dai più celebri fotoreporter nei luoghi più caldi del pianeta, davvero toccante - e la rievocazione storica di uno personaggi più controversi della storia della mia città, Lucrezia Buonvisi - una nobildonna vissuta a cavallo tra 500 e 600, ingiustamente accusata di aver ucciso il marito, che il processo storico di oggi, con tanto di PM e difesa togati, hanno redento e definitivamente assolto.
Ogni tanto queste scorpacciate culturali si rivelano necessarie per sentirmi più completa, più armonia con la parte umanista di me - sempre reclusa in un angolino - e anche per dimenticare per qualche ora tutti i problemi che affliggono questo momento sociale, in cui il baratro economico e culturale è una realtà che ci attanaglia senza scampo.
Ma veniamo alla ricetta di oggi.
Vi racconto una salsa tedesca molto semplice, tratta dal libro di Allan Bay, Cuochi si diventa, ed. Feltrinelli, che ho proposto ieri sera come antipasto in accompagnamento a due tipi di pecorino stagionato, uno sardo e l'altro amiatino, ma che ben si accompagna anche a tutte le carni, arrosto o brasate.

SALSA DI MELE


Ingredienti:
3 mele
il succo di 1 limone
1 cucchiaio abbondante di zucchero di canna
un pizzico di cannella a piacere
qualche chiodo di garofano
mezza cipolla dorata
1 dl. di vino bianco
1 cucchiaino di senape facoltativo (io rustica)


Procedimento:
Pelate le mele, tagliatele a dadini e mettetele in un ciotola con il succo di limone. Fatele cuocere in una casseruola con lo zucchero, la cannella, i chiodi di garofano, la cipolla tritata e il vino bianco, per circa 10 minuti. Volendo, potete passarla con il mixer, io l'ho lasciata così, anche perché le mele tendono a ridursi in purea da sole. Aggiungete il cucchiaino di senape e conservate in barattolini di vetro.


Davvero eccezionale sui formaggi, è stata molto apprezzata anche dai miei ospiti!
Nei prossimi giorni vi racconterò il prosieguo culinario di questa cena, promesso. Per ora gustatevi questa foto di Rino, sempre più grande e sempre più giocherellone!



Bon appétit!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...