martedì 15 novembre 2011

Risotto all'arancia

Ciao a tutti!
Ed ecco che è arrivato il freddo pungente, quello che entra nelle ossa e che fa battere i denti, quel freddo che ti fa apprezzare il calore di casa, con il camino acceso, le pantofole calde, il plaid di pile mentre si guarda la tv sul divano, e quel freddo che ci fa apprezzare cibi più sostanziosi e succulenti.
Non so voi, ma a me le temperature rigide mettono ancora più fame del normale - una vera tragedia, visto che di solito ho l'appetito di un bufalo a stomaco vuoto - e penso sempre a cosa potrei cucinare di buono, per quanto il tempo a disposizione per mettere in atto le mie creazioni mentali sia sempre ridotto.
In ufficio, nei rari momenti di pausa, con le mie colleghe è tutto un parlare di ricette, ma tu come cucini quello, che cosa hai preparato ieri per cena... e i miei succhi gastrici sono in continuo subbuglio! Stasera a cena ho voluto sperimentare un risotto che mi ha consigliato Laura, e che mi ha davvero incuriosita. Ebbene, Laura aveva ragione, è buonissimo, e dunque non potevo non parlarvene!

RISOTTO ALL'ARANCIA

Ingredienti per 2 persone:
180 g. di riso vialone nano (o carnaroli)
1 arancia non trattata
brodo vegetale
vino bianco secco
40 g. di burro
1 scalogno
sale e pepe bianco
erba cipollina
parmigiano reggiano (io Vacche rosse)


Procedimento:
Pelate l'arancia e tagliate la scorza a striscioline che farete bollire in poca acqua (per eliminare l'amaro), poi spremete l'arancia e tenete il succo da parte.
Nel frattempo in una casseruola fate soffriggere lo scalogno nel burro, aggiungete il riso, fate tostare leggermente, sfumate con il vino bianco e aggiungete il succo d'arancia. Poi fate cuocere normalmente con il brodo. A fine cottura aggiungete le scorzette di arancia sminuzzate (tenetene da parte alcune intere per la decorazione), l'erba cipollina, il sale, il pepe bianco e infine una bella spolverata di parmigiano.


Semplicissimo, molto autunnale, anche se molto fresco al palato, e davvero profumato!
Bon appétit!!!

10 commenti:

  1. Quanto hai ragione cara, l'inverno io mangerei in continuazione e con chiunque mi capiti a tiro non faccio altro che parlare di cibo. Quanto mi ispira questo risotto, mai mangiato con l'arancia, deve avere un profumo! Copio la ricetta e provo a farlo. Un bacione e buonanotte

    RispondiElimina
  2. Ma che delizia! E si... manco a dirlo il freddo mi mette fame (ma anche il caldo e il clima mite, quindi non saprei dirti se è peggio del solito per la mia dieta :)
    Anche io uso il Vialone Nano, da quando lo ho scoperto non uso altro per i risotti!

    RispondiElimina
  3. Io vado matta per i risotti. Questo semplicissimo mi piace tanto lo devo fare grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  4. E' proprio vero che il freddo mette più fame.. io devo lottare con la fame compulsiva del periodo per non diventare tonda! Comunque complimenti per il riso.. molto raffinato!
    a presto:*

    RispondiElimina
  5. Mi ispira molto questo risotto.

    RispondiElimina
  6. ciao Sara... un piatto bellissimo, mi sembra di sentirne tutto l'aroma. E' davvero un piatto "che parla" e a quest'ora dice tante cose... un bacione

    RispondiElimina
  7. Che strano mi sembra di commentare il mio risotto all'arancia che ho postato qualche giorno fa...
    quindi scusami ma è come se mi facessi i complimenti da sola!!!
    Senza dubbio sono molto simili e senza dubbio gustosi...Complimenti I cuochi di lucullo

    RispondiElimina
  8. Ciao, passo per avvisarti che è pronto il pdf della raccolta "Una gita senza formaggio" a cui hai partecipato qualche mese fa.
    Scusa per il ritardo!!
    Buona serata!
    Cristina

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.com/2011/11/il-pdf-della-raccolta-senza-formaggio-e.html

    RispondiElimina

Grazie per essere passati di qui! E' un piacere per me poter leggere i vostri pensieri e commenti su questo guestbook. Siate severi, mi raccomando! Sara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...