venerdì 23 settembre 2011

Baci e abbracci

Buon fine settimana cari lettori!
Sì, lo so, il titolo del post di oggi è fuorviante. Non mi sono dimenticata della cucina - nonostante i ritmi frenetici della post-modernità -, non voglio certo parlare del film di Virzì - che tra l'altro ho visto la settimana scorsa e ho apprezzato molto, come tutta la sua filmografia, del resto - né tanto meno fare pubblicità a marche di abbigliamento o chicchessia.
E purtroppo per me, non abito neanche in una meravigliosa fattoria in mezzo ai campi di grano (anche se qualche campo c'è, e ci sono anche tanti animali, soprattutto umani) in una bella famiglia sempre ben vestita e con un sorriso stereotipato stampato sul volto - vedasi Mulino Bianco.
No, oggi semplicementte avevo una voglia matta di affondare le mani in tanta farina, forse per accogliere il weekend tanto atteso, o forse per scaricare le tensioni accumulate in questi giorni. Fatto sta che ha sortito l'effetto giusto, e ho preparato questi biscotti, dalla forma ben nota, ma dal sapore genuino e casalingo. Molto meglio dei biscotti industriali, per quanto buoni siano.

BISCOTTI ABBRACCI

Ingredienti per circa 40 biscotti:
500 g. di farina 00
200 g. di burro
200 g. di zucchero
1 uovo
40 g. di panna fresca
1 bustina di vanillina
30 ml. di latte
due cucchiai di cacao amaro
una bustina di lievito
un pizzico di sale

Procedimento:
In una ciotola capiente montate il burro con lo zucchero fino a ridurlo a una crema morbida. Poi aggiungete gli altri ingredienti, eccetto il latte e il cacao. Dividete l'impasto in due metà uguali, e a una delle due aggiungete il latte e il cacao, impastando fino a ottenere una colorazione marrone omogenea. Fate riposare i due impasti in frigo avvolti nella pellicola, per circa mezz'ora. Iniziate quindi a creare i biscotti, formando dei rotolini di circa 4 cm. l'uno per ogni colore, e sovrapponeteli su una placca ricìvestita con carta da forno.
Infornate a 180° per una quarto d'ora circa e conservate in una scatola di latta.



Manco a dirlo sono ideali a colazione, ma sono talmente buoni e friabili che uno tira l'altro in qualunque momento della giornata (e già lo so che finiranno in due giorni, mannaggia a me!).
Bon appétit!!!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...