venerdì 27 aprile 2012

Biscotti bicolore di Elisa

Ciao a tutti!
Oggi avrei talmente tante cose da scrivere che potrei correre il rischio di stendere una banale lista priva di colore, o buttare giù idee e notizie che potrebbero risultare un groviglio informe di parole. Per cui credo che non vi racconterò niente di quello che mi frulla in testa - poi, per carità, se qualcuno di voi morisse dalla voglia di sapere, non mi negherò!
Una cosina in ogni caso ve la dico lo stesso, ovvero che domani finalmente parto, vado qualche giorno in Spagna in cerca di un po' di tranquillità, tante buone cose da vedere e da mangiare... speriamo solo che il tempo regga, perché le previsioni meteo annunciano il peggio, proprio mentre qui è arrivato il sole tanto invocato. Non ci indovino mai, che ci volete fare. L'importante comunque è andare, del resto mi preoccuperò al momento, no?
La ricetta di oggi viene direttamente dalla Nuova Zelanda, dove non brillano certo per importanti tradizioni culinarie, ma ci tengo comunque a lasciarvela perché me l'ha inviata un'amica che vive là, e questo aiuta ad accorciare un po' la distanza e a sentirla più vicina. Per quanto semplice possa essere, è carica di affetto e nostalgia di Elisa, che non vedo da troppo tempo, ma che, grazie ai suoi biscotti, è quasi come se fosse qui. E dunque ve la riporto esattamente come lei l'ha inviata a me.

BISCOTTI BICOLORE

Ingredienti:
375 g farina
125 g zucchero a velo
1 presa di sale
1 tuorlo (va bene anche un uovo intero, io lo sbatto un po’ prima di aggiungerlo all’impasto)
200 g burro
1/2 bustina lievito (o in alternativa 2 cucchiaini colmi di lievito Edmonds –NZ‐ ed un cucchiaino di essenza
di vaniglia liquida)
20 g cacao amaro (circa 2 cucchiai da cucina colmi)



Procedimento:
Fate sciogliere il burro (io uso il microonde), setacciate sopra la farina con lo zucchero a velo, il lievito e il pizzico di sale. Aggiungete a metà l’uovo (prima che la pasta sia troppo compatta).
Quando la pasta è pronta dividetela in due parti, e in una metà aggiungete il cacao amaro (ed eventualmente un cucchiaino di zucchero a velo per bilanciare). Amalgamate appena le due metà in modo da formare i disegni.
Fate dei rotoli di pasta (3‐4 cm di diametro vanno bene), avvolgeteli nella pellicola trasparente e fateli riposare in frigo per 10‐15 minuti, finché non si induriscono un po’ (attenzione a non farli indurire troppo, sennò lievitano meno in forno).
Togliete la pellicola e tagliate i biscotti. Mettete in forno a circa 180‐200 gradi per 10‐15 minuti.


Decisamente ottimi, friabili e burrosi al punto giusto. E soprattutto irresistibili!
Bon appétit!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...