sabato 18 maggio 2013

Sfide. La crostata di frutta

Buon weekend a tutti!
Sfide, vi starete chiedendo? Sull'onda di entusiasmo per il mio blog (che sto sponsorizzando anche sulla mia pagina fb) in questo periodo varie amiche si sono rivolte a me perché preparassi loro delle torte per compleanni, comunioni ed eventi vari. Premetto che non cucino le torte che tanto vanno di moda adesso - grazie ai programmi televisivi che non guardo -, quelle montagne di colori e forme realizzate con la PdZ, che - lo dico senza polemica, per carità - non appartengono alla mia tradizione, non mi incuriosiscono, non mi appassionano. Le torte che propongo io sono più classiche, tratte dalla pasticceria Ladurée o Montersino, per cui spazio dalle crostate farcite con creme, cioccolato, frutta, ai semifreddi. Insomma, le stesse che si trovano tra le pagine di questo blog che uso un po' come un album. La sfida consiste nel preparare queste torte per 15, 30, 50 e anche 100 persone. Credo non sia necessario spiegarmi oltre!
E la settimana scorsa, in occasione della comunione di Andrea, il bimbo di una mia cara amica, mi è stata chiesta una crostata di frutta. Niente di più classico, ma divertentissima da preparare!
Naturalmente mi appresto subito a raccontarvela.

 CROSTATA DI FRUTTA

Ingredienti per una crostata per 15 persone:

Per la pasta frolla:
500 g. di farina 00
200 g. di zucchero semolato
250 g. di burro
2 uova + 2 tuorli
scorza grattugiata di 2 limoni
1 pizzico di sale

Per la crema pasticcera (metodo Montersino):
800ml di latte intero fresco
200ml di panna al 35%
250 g. di tuorlo d’uovo
300 g di zucchero
35g di amido di riso
35g di amido di mais
Vaniglia

Frutta a piacere in quantità variabile:
fragole
arance
mirtilli
lamponi
banane
kiwi

Procedimento:
Preparate la frolla il giorno prima impastando tutti gl ingredienti (il segreto di una buona frolla sono le mani fredde), poi avvolgete nella pellicola e riponete in frigo (toglietela una mezz'oretta prima di stenderla per rendere più malleabile).
Per la crema: portate ad ebollizione il latte con la panna e la vaniglia, nel frattempo con unosbattitore elettrico montate i tuorli con lo zucchero e gli amidi (questi ultimi aggiungeteli per ultimi quando l’uovo si sarà ben montato e schiarito) e quando il latte inizia a bollire versate il composto montato dentro la pentola in un colpo solo senza mescolare. Aspettate che il latte riprenda il bollore e solo a questo punto girate energicamente con la frusta (togliete la pentola dal fuoco e rimettetela solo se la consistenza raggiunta non è ottimale ricordando che raffreddandosi addenserà ulteriormente).
Versate la  crema in una pirofila, coprite immediatamente con la pellicola a contatto e, una volta fredda, ponete in frigo fino al momento della farcituta (max 3 giorni).
Stendete la frolla allo spessore di 0,5 cm, mettetela su una teglia foderata con carta forno, bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta, coprite con carta forno e cospargete di fagioli secchi. Infornate per una mezz'ora circa a 180°.
Una volta raffreddata, disponetevi la crema con una spatola e farcite con la frutta fresca (attenzione, le banane potrebberi annerire, meglio spennellare con succo di limone). Rifinite con zucchero a velo e servite.


E' stata una soddisfazione incredibile perché è piaciuta molto! La lavorazione in varie fasi mi ha permesso di gestirla senza fatica né impegno, tutt'altro, è stato divertentissimo!
Bon appétit!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...